Archivio

Archivio Novembre 2005

Ikikomori

30 Novembre 2005 17 commenti

così si chiama la sindrome che ha coplito mio figlio e tutti noi di conseguenza…

Molti anni fa, avendo, per la delicatezza, incastrato la serratura della porta nello stipite, Diego segò tutta la parte contenente la maniglia.

La sua porta quindi (peggio per lui) è sempre aperta.

Questa è l’unica differenza della sua sindrome da quella del milione di giapponesi (più o meno coetanei), affetti, come lui, dal rifiuto del mondo reale e del rifugio nel virtuale.

Come vivono loro: anche quindici anni chiusi nelle loro stanze, con la famiglia che li assiste dall’esterno… es.: poggiano il piatto con il cibo fuori dalla porta e, quando i familiari si sono allontanati, solo allora, aprono e raccolgono.

Come vivo io: cerco di vivere, serenamente, una vita normale. Ma talvolta non è facile perché mi chiedo, quando si accorgerà che non vive, quale decisione prenderà?

(continua…)
Riferimenti: La sindrome giapponese

Categorie:Argomenti vari Tag:

Alleva una pecora in multi proprietà…

28 Novembre 2005 11 commenti

http://www.sardiniafarm.com/

dal sito Sardinia farm una notizia curiosa, un?idea imprenditoriale interessante e da divulgare:

Si può allevare una pecora intera o solo sue parti e averne in cambio ottimo (squisitissimo) formaggio.
Garantisco, lo ho assaggiato!

Sono stata ad un meeting di un noto gruppo politico sardo ed ho assistito ad una presentazione di nuove imprese.

Il giovane presentatore, quasi un attore comico, ci ha intrattenuto descrivendo la nuova iniziativa.

ALLEVA UNA PECORA A DISTANZA.

La pecora in multiproprietà costa 130 ?/anno e produce tre forme di formaggio pecorino da due kili l?una.
Se si alleva una pecora intera il costo è 390 ?/anno e produce 20 Kg di formaggio.

Visitate il sito dove campeggia il simpatico pastore (Sig. Emilio) imprenditore che vi garantirà formaggio di sicuro successo fra gli amici.

allo stesso tempo si può pensare di adottare, suppongo per una cifra più economica, una gallina… allevata a terra, ed avere in cambio le uova.

Riferimenti: Il sito della multiproprietà…

Categorie:Curiosità Tag: , , ,

Ritorno al passato

27 Novembre 2005 15 commenti

Lo chiamarono Diego.

Mamma: Aurora. Se è una bambina la chiameremo Aurora.
Babbo: Aurora non va bene. Quando sarà vecchia pensa che figura farà chiamandosi Aurora!
Mamma: Aurora è un nome bellissimo. Lo porta una bambina stupenda, ha un sorriso invidiabile. Ha l’espressione della serenità. Ho deciso. Se sarà bambina, si chiamerà Aurora. Se sarà un maschio puoi decidere tu il nome.

Babbo: Gianuario.
Mamma: Come? No, Gianuario non va bene. Non suona bene. Non lo avevo mai sentito. Non mi piace. Cercane un altro.

Babbo: Proto.
Mamma: Proto? No, Proto non va bene. Fa rima con scroto. Cercane un altro.

Babbo: Anacleto.
Mamma: No, non va bene. E’ brutto. Cercane un altro.

Babbo: Efisio.
Mamma: No, Non va bene. Se il bambino dovesse andare nel “continente” Efisio sarebbe un nome DOC, d’origine sarda, controllata. Cercane un altro.

Babbo: Gavino.
Mamma: No, non va bene. E’ come il nome Efisio, è un marchio di fabbrica. Cercane un altro.

Babbo: Bustianu.
Mamma: No, non va bene. Cercane un altro.

Mamma: Cosa ne dici di Luca? Marco? Matteo?
Babbo: No, non vanno bene. Io evangelisti in giro per la casa non ne voglio.

Mamma: Cosa ne dici di Luigi?
Babbo: No.

Mamma: Cosa ne dici di Guido?
Babbo: No.

Babbo: Cosa ne dici di Antioco?
Mamma: No.

Babbo: Cosa ne dici di Diego?
Mamma: Diego va benissimo.

Categorie:Gossip Tag: ,

la necessità…

25 Novembre 2005 16 commenti

aguzza…
già aguzza!
Eccomi immersa in un caldo bagno ristoratore.
Aggiungo un pò di sale da cucina, giusto per sentirmi ancora al centro benessere e poi cerco di non pensare.

Al momento di scavalcare il bordo… uno sguardo al pavimento
- ma come ho fatto a scaraventare tutta quest’acqua per terra?

Non ero stata io, anche se io ho raccolto.

Il pozzetto (pentolino, che dir si voglia) ha deciso di farmi una sorpresa.

Così raccattata tutta l’acqua ho deciso di trasformarmi in idraulico, che chiamato, non ha risposto al mio squillo.

Un anello di gomma si era spostato dalla sua sede…
mi sembrava di maneggire un lego un pò più grande, ma alla fine ce l’ho fatta.
Ho risparmiato trenta-quaranta euro (la sola chiamata), sono molto contenta della mia nuova abilità e corro a spendere la cifra “guadagnata” onestamente.

SERVE UN IDRAULICO? Prezzi modici!

Categorie:Argomenti vari Tag:

Papaya

24 Novembre 2005 7 commenti

Ho acquistato per la modica cifra di 45 ? trenta bustine di Papaya fermentata…

sembra che siano un potente attivatore del metabolismo…

Ho propsto al bell’addormentato l’uso della Papaya e lui ha accettato…
Ma ho provato anche io le bustine… deliziose.
(ci mancava solo facessero schifo, con quello che costano)

Ma non contenta ho acquistato, per la modica cifra di 2 ? una papaya intera. 700 g.

L’ho assaggiata. Non era terrificante. Quasi un cachi un pò più solido.

In due giorni l’ho terminata… ho un Kg in più.
Sarà la Papaya o il cioccolato?

Dal sito:

http://www.superpapaya.com/prodotto.htm

qualche info sulla Papaya.

Lavaggio dei radicali liberi

La sostanza contiene in elevata concentrazione enzimi anti-ossidanti potenziati dalla fermentazione, che interrompono le reazioni chimiche di formazione dei radicali liberi, trasformandoli in sostanze che il corpo può eliminare. Analisi chimiche hanno dimostrato che fino al 98% dei radicali liberi nascenti (idrossil perossidi) possono essere neutralizzati.

Eliminazione delle scorie biologiche

La sostanza contiene una elevata quantità di enzimi digestivi che incrementano la digestione e l?assorbimento degli alimenti, riducono lo stress della mucosa gastrointestinale e promuovono la crescita della flora batterica benefica. Promuovono, inoltre, la regolarità intestinale, prevenendo così la produzione di tossine da ristagno.

Rafforzamento del sistema immunitario

Le proprietà ?detergenti? della Papaya fermentata conferiscono alla sostanza la proprietà secondaria di rafforzare il sistema immunitario, con conseguente aumento dell?effetto barriera contro agenti patogeni e sostanze allergizzanti.

Proprietà alcalinizzanti

La Papaya fermentata ha proprietà alcalinizzanti, che riducono la possibilità di sviluppo dei fermenti dannosi, batteri e cellule anaerobiche.

Il pH della sostanza ne consente l?attività sia a livello gastrico, sia a livello intestinale.

Azione antisettica preventiva

Il contenuto di Lisozima (enzima) e di Carpaina (alcaloide) consente alla Papaya fermentata una sistematica azione antisettica preventiva contro germi responsabili di infezioni intestinali: Enterobacter cloacae, Echerichia coli, Salmonella tiphy, Stafilococcus aureus, Pseudomonas aeruginosa.

Riferimenti: Notizie sulla papaya

Categorie:Senza categoria Tag:

Maleducata e cafona

22 Novembre 2005 21 commenti

- Giovanna! ? garrisce stridula una collega mentre entro in sala professori.
? pensavo fossi andata in pensione a Settembre! Com?è che non sei andata in pensione?

Sorrido a bocca storta. Non rispondo. Lei riprende:
- mi sembrava proprio di averti vista fra i colleghi che sono andati in pensione.

Insiste ancora, ha fatto una terribile gaffe e non se n?è nemmeno accorta.

Noi infatti possiamo andare in pensione (quelli del 1950) solo al compimento di 57 anni. E dopo almeno 35 anni di onorato o disonorevole servizio, è lo stesso.

Io viaggio sui 36 anni di servizio… ma non ho l?età.

- Allora sei del 1950!

Continua a guardarmi e finalmente forse si accende una piccola lampadina nel suo cervello.

- ma stai molto meglio dell?anno scorso! ? Si riferisce inequivocabilmente alle rughe profonde che mi solcano il viso.

Da un anno mi buco con inesorabile tenacia e facendomi un dolore pazzesco per iniettarmi acido ialuronico.

Le rughe sono un pò meno evidenti ed io riesco la mattina a guardare allo specchio quella là che sorride e pensa… MA QUANTO SONO BRUTTA!

Categorie:Teatro Tag: ,

ancora sull’influenza

21 Novembre 2005 10 commenti

Banalità… come tutto in fondo, a parte la morte tremenda dei cagnolini in Cina… squoiati vivi.

Influenza.
La persecuzione è iniziata a Settembre:
vaccinatevi, vaccinatevi, vaccinatevi, almeno le persone a rischio, così non correte il rischio di contrarre assieme influenza (banale) e aviaria.

La vaccinazione è efficace a partire dal 15 Ottobre.

A Cagliari è cominciata il 2 novembre.

Non affrettatevi, ci sono vaccini per tutti.

Il giorno 7 in mia presena i vaccini sono finiti… si presupponeva che le scorte sarebbero state ripristinate e così è stato per altri quindici giorni.

Poi i vaccini sono di nuovo terminati.

E chi non si è affrettato? Chi non ha fatto “ressa”?

Può con la modica cifra di 10 ? acquistare la sua dose…

Categorie:Gossip Tag: , ,

Su richiesta di Luvi…

19 Novembre 2005 8 commenti

Vi rubo solo qualche minuto

postato da luvi http://blogluvi.blog.tiscali.it/

Venerdi 18 Novembre 2005 ore 22:37:47
Credo si sia capito che amo gli animali, più di quanto non ami parecchi umani.
Per una volta sono serissima.
Cliccate sul primo box qui di fianco e preparatevi a vedere qualcosa di poco piacevole.
Segnalate per favore questo link www.nonlosapevo.com a quante più persone possibile e firmate la petizione.
E non attribuite priorità alla sofferenza. Se ci sono esseri umani che soffrono non significa che il dolore degli animali debba passare in secondo piano. Grazie per i minuti dedicati a loro.

Ma io non ho avuto il coraggio di guardare il video. Immagino si tratti dei cani scuoiati vivi in Cina.

Se il filmato non si vede, proseguite con il sito:

http://www.infolav.org/nn-home-page-ie.htm

e poi firmate la petizione
Riferimenti: Un filamato terribile

Categorie:On the road Tag: ,

ristrutturazione

17 Novembre 2005 17 commenti

finalmente ci sono. Quasi.
Se non cambia nulla entro il prossimo anno, sono arrivata agli sgoccioli del mio lavoro.

Ogni tanto mi sembra che potrei resistere un altro pò.

Ma la mattina successiva la sveglia mi fa cambiare idea.

L’estate appena trascorsa è stata una delle più serene della mia vita, con la certezza di un approssimasri rapido della vacanza continua.

Gli studenti mi sembrano ancora soddisfatti del mio insegnamento, ma io perdo colpi… speriamo di arrivare con un cervello ancora funzionante al termine.

E poi potrò dimenticare tutto!
Temperature di crescita, dimensioni dei batteri, dei lievit, e di tutti gli altri organismi, e antibiotici e struttura della parete… ma quanto è noiosa!

Categorie:Gossip Tag:

SALVIAMO LA LEGGE SUI BENI CONFISCATI ALLE MAFIE!!

15 Novembre 2005 7 commenti

La legge Rognoni – La Torre, che consente da oltre vent?anni di aggredire le ricchezze accumulate dalle mafie nel nostro Paese, è in pericolo.

Rischia di essere approvato dal Parlamento, infatti, un disegno di legge che tra i molti aspetti discutibili prevede la possibilità di revisione, senza limiti di tempo e su richiesta di chiunque sia titolare di un ?interesse giuridicamente riconosciuto?, dei provvedimenti definitivi di confisca.

In nome di un malinteso garantismo, insomma, si compromettono definitivamente il lavoro e l?impegno di quanti, dalle forze dell?ordine alla magistratura, dalle associazioni alle cooperative sociali, sono oggi impegnati nella difficilissima opera di individuazione e riutilizzo sociale dei beni confiscati alle mafie.

Nessun provvedimento di confisca, di fatto, sarà mai definitivo. Nessuna assegnazione di beni confiscati avrà un futuro certo.

Altri avrebbero potuto essere gli strumenti con cui risarcire, anche dal punto di vista economico, eventuali vittime di errori giudiziari, sempre possibili, nell?iter che va dal sequestro preventivo dei beni alla loro definitiva confisca.

Se dovesse essere approvato, invece, quanto previsto dal comma 1 lettera ?m? dell?art. 3 del disegno di legge AC 5362 recante ?Delega al Governo per il riordino della disciplina in materia di gestione e destinazione delle attività e dei beni sequestrati o confiscati ad organizzazioni criminali?, tutti i beni confiscati (dai terreni coltivati da coraggiose cooperative di giovani agli immobili trasformati in sedi di servizi sociali o in caserme delle forze dell?ordine, solo per fare alcuni esempi) finirebbero in un limbo di assoluta incertezza.

Ovvero esattamente il contrario di quanto sarebbe necessario oggi. Le mafie, infatti, hanno da tempo affinato i meccanismi con cui riciclano i proventi delle loro attività illecite e nel nostro Paese si registra, negli ultimi anni, una consistente flessione del numero di beni confiscati.

Una situazione che richiede normative efficaci e scelte concrete in grado di far crescere la fiducia di chi è impegnato ogni giorno nella lotta alle mafie.

E? per queste ragioni che l?associazione Libera (che raccoglie più di 1200 associazioni nazionali e locali, scuole, cooperative) e i sottoscritti familiari delle vittime delle mafie, attraverso questo appello, chiedono un serio e approfondito ripensamento, in sede di dibattito parlamentare, del disegno di legge delega AC 5362, soprattutto per quanto riguarda la possibilità di revisione dei provvedimenti definitivi di confisca, affinchè deputati e senatori di tutte le forze politiche sappiano trovare la giusta misura, il corretto equilibrio tra la tutela dei diritti di chi subisce i provvedimenti di confisca dei beni e la necessità di sottrarre alle organizzazioni mafiose gli immensi patrimoni che accumulano ogni anno, nell?illegalità e nel sangue.

Trasformando questi beni, come sta avvenendo faticosamente oggi, in segni tangibili di legalità e giustizia.

Per aderire all?appello:

email: libera@libera.it

Tel. 06/69770301
Fax 06/6783559

Riferimenti: Associazione libera

Categorie:Senza categoria Tag: , , , , ,