Archivio

Archivio per la categoria ‘Sport’

Ho ricomprato tutto: Seghetto e cerotti…

18 Gennaio 2008 9 commenti

I cerotti non li ho ancora utilizzati.

Giacciono in fondo al cassetto, per fortuna non mi sono serviti, anche se ho le mani tutte scorticate dall’uso della sega.

Già… perché con tutto il tempo libero che ho trascorro parte delle mie giornate in campagna, con il fido Arturello… lo ricordate?

E naturalmente leggo (poco, ho poca voglia)

Non studio!

Non ripasso… nemmeno… nemmeno i terreni di coltura…

Ho qualche piccolo problema di salute ma non vi angoscio ulteriormente.

Sono sempre in bicicletta. Sto bene.

Un bacione e tutti

 

Prosegui la lettura…

adesso inforco la bicicletta e vado a fare la spesa…

2 Gennaio 2008 6 commenti


Come?

Come il Sig. Rumiz (vedi post precedente), che da buon giornalista si è fatto analizzare tutti i consumi…

Dallo sciacquone del Wc (ma io avevo già imparato a non usarlo… butto in gabinetto l’acqua dello scarico della lavatrice)… all’uso della bicicletta.

La uso, lo sapete, anche se piove, vado a fare le mie compere con lei.

Ne guadagna il diabete, consumo di un pò di zucchero (tolto al sangue) e il fisico.

Non è facile pedalare nel traffico… ma si impara!

Provate anche voi.

Prosegui la lettura…

Mcchinetta ai 14 anni… o agli 88 di mio papà?

21 Dicembre 2007 8 commenti

Ha deciso.

Lo sapete, non lo ho mai nascosto, papà non sta bene, (detto così è un puro eufemismo).

Vuole a tutti i costi acquistare una macchinetta che si guida senza patente.

Già, perché lui non guida da oltre 10 anni. Alla soglia dei novanta vorrebbe avera la prestanza dei giovanotti. Magari non proprio giovanissimi, gli basterebbe avere la capacità mentale dei settantenni.

Ma non la ha.

Non si regge in piedi a lungo. E’ un triste destino quel che la vita riserva… se non moriamo al tempo debito.

E lui sogna. Così, in un momento di risveglio della facoltà mentali ha preso l’elenco telefonico e ha deciso.

Comprerà una macchinetta.

Ha trovato la ditta che le vende e adesso… adesso lo dobbiamo accompagnare per l’incauto acquisto.

Chi si sottometterà al tiranno?

Papà lo è stato, finchè ha potuto, tiranno. Ma adesso? Se non io o mia sorella chi lo accompagnerà a vedere la famosa macchinetta?

Ho quasi paura che riesca a convincere mamma… 

http://www.autoa14anni.it/

Prosegui la lettura…

Categorie:Formula 1 Tag:

Come sia riuscita… non so!

21 Ottobre 2007 11 commenti

Ho accompagnato i vecchi genitori al mare, a rivedere la loro casetta, in cui si trasferivano tutte le estati, da maggio a novembre.

Erano soli da ottobre. Quando pioveva si chiudevano in casa e "tiravano avanti" finchè l’aria era tiepida.

Poi l’età li ha convinti a rinunciare alla bella casetta al mare, che esiste ancora.



 

Prosegui la lettura…

Categorie:Vela Tag: , , ,

Appuntamento alle 8.30 per uscire in canoa.

18 Luglio 2006 22 commenti


Arrivo alle palmette (prima fermata del Poetto), puntuale.

Occhiali da sole, abbondante strato di crema solare, giubbotto salvagente personale (onde evitare funghi della pelle).

Mi guardo intorno.
Nessuna persona conosciuta.

Pochi minuti dopo il mio arrivo un sms…
scusa Giò ma ho avuto un imprevvisto… non vengo

Ma caz… ma non lo potevi prevedere con 1/4 d’ora d’anticipo?

Il mare una tavola. Mi avvicino alla cassa.

Vorrei prenotare una canoa ad un posto, per mezz’ora.

Remin remando mi avvicino alla Sella del Diavolo ed ammiro i faraglioni che dal mare non osservavo da decenni. Resto incantata e mi sfugge l’ora.

Faccio una dietrofront rapidissimo e pagaiando in velocità riesco a rientrare ai tempi stabiliti.

“Ma signora è già qui?” esclama il bagnino “si faccia un altro giro!”

E così finisce che resto in acqua per quasi un’ora.
La giornata meritava proprio.

La foto è tratta dall’archivio di Google.

Riferimenti: L’articolo che parla MALE del mio blog

la boscaiola…

19 Dicembre 2005 14 commenti

ho le ossa rotte, che più non si può…
reduce da una faticosissima giornata a dissezionare un carrubo che è stato traslocato (dal mio giardino ad un altro non molto distante) giusto per far contento il vicino… perche, come dice Tungsteno il carrubo puzza che è una bellezza… pare che la puzza (io non l’ho mai sentita) sia data dal polline.

Non sarà che la puzza migrava tutta dal vicino?

E giù di cesoie e sega a mano e scava per seppellire le foglie e copri con terra e una pala da muratore…

e cerca la canna (indica, non cannabis) delle dimensioni adatte per fare il bastone per la mia nuova attività

sono riuscita a realizzare il bastone per la danza del ventre…

iuuuhu sono ancora una frana… ma abbiate pazienza!

Alla prima esibizione in pubblico, vi avviso…

Categorie:Altri Sport Tag:

Sta attento/a a non cadere…

18 Settembre 2005 18 commenti

Stamane a Marina Piccola, mamme e/o nonne con figli o nipoti continuamente ripetevano questa frase a mio parere totalmente inutile:

-Sta attento/a a non cadere.

Mi sono ripetutamente chiesta nella vita, quando sentivo io queste espressioni (stupide) che utilità avessero per chi le pronunciava, perché per chi le ascoltava risultavano solo mormorio fastidioso…

- Sta attenta a non usare…

- questa macchina (nuova), che ti sei comprata (cinquanta anni) bada bene a non usarla “COME LA USI TU”.
- NON portarla nelle strade che percorri…

Cavolo! Ma dove devo portare la MIA macchina se non nelle strade che uso percorrere?

Queste sono espressioni dello stupidario familiare…

Scrive:
LUCILLA (http://tickle.blog.tiscali.it) [Domenica 18 Settembre]
talvolta è solo cosi per dire …. ;)
Grazie del commt Lucilla (hai ragione, è così, solo per dire)… ma mi chiedo da tempo immemorabile… perché invece che parlare per dire cose ovvie non si riesce a stare zitti?

Categorie:Altri Sport Tag: ,

Ho conosciuto un mito del blog!!!

9 Agosto 2005 1 commento

oggi 9 Agosto… appuntamento a SA Scaffa… sotto il ponte.
Dum dum dum dum dum dum… le macchine facevano un rumore tipico di un grande tamburo…

eccoci qua…

due bloggher che si frequentano da mesi…

Simpatico, cordiale, umano Cardulen…
Abbiamo fatto (io minuscolo) un piccolo bagno, Cardolino è andato a raccogliere le cozze… e poi abbiamo fatto una lunga chiacchierata sull’esperinza del blog e sulla vita che ognino porta avanti.

Oggi a pranzo Cozze alla Belga…
Squisitissime…

Categorie:Nuoto Tag: , ,

Ancora su Giovanni di Tonara

19 Luglio 2005 18 commenti

dall?Unione Sarda del 20 Luglio, Mercoledì
I genitori chiedono di sospendere l’invio di offerte la cifra per Giovanni è stata raggiunta. Tutto ciò che avanzerà verrà devoluto in beneficienza e donato per la ricerca sulla malattia che ha colpito Giovanni.

Giovanni non può essere operato ma andrà a Roma al Gemelli per la chemioterapia. I genitori ringraziano…

Giovanni è un bambino di tre anni di Tonara che un tumore al cervello ha reso cieco.
Gli rimangono due mesi di vita.
L’unica sua speranza è raggiungere Boston, dove si trova l’unico ospedale specializzato nella neurofibromatosi di tipo uno.

I genitori, che hanno lasciato i loro rispettivi lavori per stare accanto al bambino, non possono permettersi i soldi per l’operazione.

social.tiscali.it/news/eventi/aiutiamo_giovanni.html

Ospedale Specializzato di Boston Massachusset Stati Uniti. E’ l’ultima speranza per Giovanni un bimbo di 3 anni ricoverato presso l’ospedale Microcitemico di Cagliari.

La diagnosi è di quelle da brividi: ha una grave forma di tumore al cervello che allo stato attuale lo ha reso cieco. Per l’equipe dell ospedale che lo ha in cura il bimbo ha soli due mesi di vita. Due mesi in cui Giovanni lotterà affiancato da tutti i familiari contro questa terribile malattia.

Ma per vincere questa battaglia le cure dell’ospedale cagliaritano non bastano. Per riportare il sorriso sul viso di Giovanni e di tutti i suoi familiari bisogna partire per Boston in un centro specializzato e sottoporre il piccolo ad un delicato intervento chirurgico. Solo lì possono ridargli la speranza.

Ma come spesso accade per varcare l’Oceano le risorse finanziarie della famiglia non bastano serve l’aiuto della comunità. Giovanni chiede solo un piccolo contributo per poter tornare a sorridere. E’ partita così una campagna di sensibilizzazione e di solidarietà per permettere alla famiglia di portare il piccolo negli Stati Uniti e sottoporlo ad un delicato intervento per salvargli la vita.

Per chi volesse ulteriori informazioni può telefonare al numero 3392117325


I commenti all’articolo lasciati da gio/Prof nel blog di Ice e di Michy Va che hanno postato lo stesso articolo, invito tutte le alunne e gli amici che si collegano a fare copia incolla e a postare nei diversi spazi del blog. Io ho postato su “parliamo di blog”.

http://incontrieaffini.blog.tiscali.it [Domenica 17 Luglio 2005 ore 19:46:34]

Sto rientrando dall’ospedale microcitemico.
Quinto piano.
Oncologia pediatrica.
Una cordiale infermiera mi apre la porta e conferma l’esistenza del bambino e che deve essere operato a Boston.

Ely (http://angi_ely.blog.tiscali.it)
Ho ripostao l’articolo e l’ho inserito su “salute”

particelladisodio (http://particelladisodio.blog.tiscali.it) [Lunedi 18 Luglio 2005 ore 14:47:02]
Se le cose stanno così faccio il bollettino postale ancora più convinta.
Nel fine settimana ti ho pensato: ho conosciuto una bambina diabetica ed il suo calvario.
Ciao.

Robertina (http://retardwhore.blog.tiscali.it)
Ho creato un link a questa pagina… faccio un po’ di pubblicità per questo bambini almeno…

Ely (http://angi_ely.blog.tiscali.it)
Ora copio l’articolo e lo metto anche su Tiscali in modo tale che circoli di più.

michy.va (http://lablatta.blog.tiscali.it) [Lunedi 18 Luglio 2005 ore 09:57:28]
Ciao Giò grazie per avermi avvisato per la storia di Giovanni e grazie di esserti informata direttamente al Microcitemico. Ora vado alle poste a fare il versamento e speriamo che i medici dell’ospedale di Boston salvino Il piccolino!
Un bacio Michy

luvi (http://blogluvi.blog.tiscali.it) [Lunedi 18 Luglio 2005 ore 09:08:30]
domani mattina sono in posta a fare il versamento, giuro!
Ciao

Categorie:Serie A Tag: , ,

Non farlo mai…

25 Giugno 2005 3 commenti


Mi ero ripromessa di non fare mai le pulizie nella casa di un compagno/amante/fidanzato ma solo in casa mia.
L?antro del compagno

in un paesino del circondario

Mi apre la porta con noncuranza… butto uno sguardo all?interno. Un casino.
Giornali sparsi per il pavimento di tutta la casa. Cammino su un tappeto di Corriere della sera…

La cucina fa storia a se. Le mattonelle trasudano grasso di lustri. Il piano cottura, un tempo bianco è color nero pece. Sul tavolo non puoi poggiare nulla. Non c?è lo spazio fisico.

I vetri opachi…
Il frigo presenta tracce di uova, sughi, sangue (di manzo) birre… avanzi ammuffiti, formaggi rinsecchiti.

Ho pena. Compro ogni tipo di sgrassatore universale, i guanti da cucina, alcol, vetril, olio di gomito. Se devo cenare qui… voglio mangiare in un posto civile.

…mangerò dopo venti giorni di operazioni varie: sgrassaggio, strofinaggio, scrostaggio…

alzi la mano chi fra noi mature donzelle non ha MAI rassettato la casa del compagno/fidanzato/amante

L?immagine è tratta da google: www.solvepi.net/Prodotti_ per_pulizia/12.aspx

Riferimenti: Libera la mente…

Categorie:Serie A Tag: