Archivio

Archivio per la categoria ‘On the road’

E’ un giorno di pioggerellina…

16 Novembre 2008 4 commenti

Si, pioviggina…

ed io non mi sento in gran forma… il computer fa le bizze e nemmeno capisco il perché…

 

Prosegui la lettura…

Categorie:On the road Tag: , ,

La spazzina…

14 Giugno 2008 8 commenti

sono io la spazzina.

Ovunque mi trovi libera, con mani libere e senza il cagnolino al seguito, mi metto a raccogliere l’immondezza.

Tutte le mattine ormai mi reco alla spiaggetta di s. Elia e faccio la spazzina.

Per prima cosa mi recupero qualche busta di plastica.

Azzurre, bianche, gialline.

Qualunque tipo che si dimostri abbastanza resistente va bene.

E mi aggiro per la spiaggia e vicino alle barche ormai in disarmo. Le vuoto dall’immensa quantità di "aliga" (immondezza) che raccolgono.

Acqua in bottiglia, lattine di coca cole, di birra, reti verdoline, nasse rotte, e buste… buste in quantità incredibile.

Oggi ho raccolto sei buste, dal mare ho recuperato i sacchi che vengono buttati dalle navi, sacchi di dimensioni esagerate.

Ho fatto il mio lavoro con molta attenzione.

Negli anni ho ricevuto dagli spazzini (quelli autorizzati) guanti anti anti taglio. Così non mi faccio male e lavoro.

Io sono soddisfatta mi sembra di dare una mano al mondo… che forse, del mio aiuto, non ha tanto bisogno…

Sono ricomparse le formiche americane…

10 Aprile 2008 8 commenti

piccole, piccole, direi minuscole.

Viaggiano sotto i pavimenti, scavandosi gallerie fra il cemento e le mattonelle.

Sono incredibili. Hanno molte regine e quindi possono colonizzare spazi immensi. Il mio palazzo che non ha interruzioni, è decisamente lungo, consente alle formiche spostamenti adeguati.

Talvolta scompaiono ma più spesso mi angosciano con la presenza.

Tutto ciò che è in casa è sigillato dentro barattoli di vetro.

Ma basta una briciola perché, magicamente uscite da qualche pertugio, si affollino intorno al pane, allo zucchero, al formaggio.

Cerco di sterminarle… ma l’impresa è ardua.

Esistono da 60.000.000 di anni.

La mia "diciamo ospite" è la formica argentina: Iridomyrmex humilis. Le operaie sono lunghe quasi 2 mm e scorrazzano a tutto spiano fra i vasi di fiori e dentro casa.

Ho iniziato negli anni una guerra senza quartiere… e l’ho persa.

 

Prosegui la lettura…

Categorie:On the road Tag: ,

ho girellato per Monte Urpino…

5 Aprile 2008 1 commento

Ma non sono riuscita a vedere NESSUNA delle migliaia di Ghiande piantate.

Sono io che non le ho viste?

Sono loro che si sono imboscate fra i cespugli?

Non so.

Tornerò appena possibile.

La mia mano è guarita quasi del tutto.

Non oso guidare se non in casi di estrema necessità.

Domani una passeggiata alle grotte di Is Zuddas con le amiche.

Asciugamano, crema solare e speriamo tanto sole.

Categorie:On the road Tag: , , ,

le ghiande seminate nel vaso…

9 Marzo 2008 8 commenti

                 

  stanno spuntando.  ormai sono già quattro e si vedono le foglie…

quindi spero che le oltre 2000 querce  seminate a monte urpino… stiano tirando fuori le prime foglioline.

vorrei fosse un’estate piovosa…

per far crescere rigogliose le mie piantine…

lo sapete… avevo seminato con la collaborazione di marcella oltre 2000 ghiande e un numero imprecisato di ginepri, carrubi.. e più non ricordo…

la speranza è che le piante facciano…

un rumore assordante sbucando dalla terra…

Categorie:On the road Tag: , , ,

operazione…

5 Marzo 2008 12 commenti

Venerdì sarò operata…

 

Mi taglieranno un pezzo minuscolo, spero di mano, apriranno cioè il tunnel carpale che da tempo mi fa male.

 

La mano è spesso gonfia ed io, anche se imperterrita continuo a girare in bicicletta sento il gonfiore che mi da dolore.

 

Ma cerco di essere più forte del dolore.

 

Non sempre è possibile.

 

La notte è il momento peggiore.

 

Passerà, spero, al più presto. 

Categorie:On the road Tag: , ,

Una stupenda cagnetta si è persa…

27 Febbraio 2008 6 commenti

La padroncina, Sara è disperata.

Se qualcuno/a la vedesse potrebbe segnalare la sua presenza?

La cagnetta la vedete nel blog di Sara: http://friskytvb.blog.tiscali.it

C’è anche la sua mail:

In bocca al lupo, Sara.

Come si chiama la tua cagnetta?

 

Prosegui la lettura…

Categorie:On the road Tag: , ,

centonovantadue BACCHE di Ginepro…

25 Gennaio 2008 6 commenti

192 bacche di ginepro, avete letto bene.

Sono stata lungo l’asse mediano con il mio sacchetto di bacche un pezzo di tondino di ferro per fare buchi non troppo profondi, tanta pazienza.

 

 

Prosegui la lettura…

Categorie:On the road Tag: , , , ,

Rimboschimentos

12 Dicembre 2007 10 commenti

Lo avevo deciso da tempo.

Appena in pensione, e con il tempo giusto, mi sarei data al rimboschimento.

Tutte (o quasi tutte) le zone incolte della città sarebbero state MIE.

Armata della migliore buona volontà ho raccolto centinaia di ghiande.

Appena ha cominciato a piovere, giusto a fine novembre, armata di

  • batticarne,

  • tondino di ferro,

  • ghiande,

  • automobile (per distanze notevoli, 2, 3 Km)

  • bicicletta (5, 600 mt)

Sono partita all’attacco.

Prima zona: Via dei Conversi. (Cagliari, sotto le falde di Monte Urpino).

Qualche volta con il cane, altre volte con Marcella, ho seminato finora circa 1400 ghiande.

Seconda zona, iniziata stasera, Via Vesalio, zona arida priva di piante.

Qualcuno passa veloce con la macchina e mi "butta uno sguardo".

La maggior parte nemmeno si accorge di me.

PIC! Pic! Pic…

Il batticarne pesta sul tondino di ferro e appena raggiungo una profondità che mi sembra buona (circa 10 cm, lascio cadere tre ghiande nel foro.

Altri 4 passi abbondanti e mi chino a seminare.

E’ una fatica, per me diabetica, notevolissima… forse per questo che da quasi un mese ho la glicemia che va per conto suo…

A Marzo vi racconterò se qualche ghianda sporge dal terreno.

Un mese raffreddata…

20 Novembre 2007 8 commenti

Un mese!

un mese senza poter usare la bicicletta!

Un mese in cui sono uscita per dare una mano ai vecchi genitori e a portare il cagnolino.

Stanca, sono stanca e non ho il tempo per lasciare commenti a chi passa da me.

Vorrei, ma terminata la scuola mi sembra di avere meno tempo di prima, riesco a leggere la notte frammenti di libri.

Vi suggerisco un capolavoro:

Ken Follett: I pilastri della terra. E’ un libro avvincente, solo che è lunghissimo. Più di mille pagine.

Per me che leggevo solo fino alla pag. 150… è sembrato quyasi uno stress.

Ma ho resisitito.

Valeva (e vale) la pena e la fatica. Lo suggerisco a tutti.

 

Prosegui la lettura…